Cattiva alimentazione? Ecco i segnali principali

pulizia gabbia
Pulizia della gabbietta: quando è necessaria?
Settembre 3, 2020

Cattiva alimentazione? Ecco i segnali principali

L’alimentazione è quell’aspetto che influisce maggiormente sulla salute del tuo animale, se questa è scorretta,  potrebbero insorgere facilmente malattie.

Dovresti modificare la dieta del tuo cane o gatto se accusa i seguenti sintomi:

Problemi gastrointestinali, caratterizzati da vomito, diarrea, irregolarità intestinale, gonfiore addominale e meteorismo. Tutti segnali di una difficoltà a cui va incontro l’apparato digerente. A volte la colpa è anche di un’intolleranza o allergia ad un ingrediente.

Problemi alla pelle o al pelo, caratterizzati da dermatiti, infezioni frequenti alle orecchie, allergie e arrossamenti, pruriti e forfora, croste e perdita di pelo, quest’ultimo può apparire opaco, scolorito e debole. Spesso a causare questi sintomi sono intolleranze alimentari.

La pelle, come il pelo, sono lo specchio dell’alimentazione del cane.

Funghi e parassiti che causano infezioni ripetute, oltre alle semplici pulci o zecche.

Se l’animale ha già un fisico debole a causa dell’alimentazione scorretta, è maggiormente esposto a questi pericoli.

Comportamento

Se il cane cambia atteggiamento, tocca i suoi muscoli e il suo ventre, se ha uno scarso tono muscolare, obeso o grasso addominale. Ha una scarsa vitalità.

Attenzione all’acquisto di cibi economici e di dubbia provenienza, che contengono troppi carboidrati e poche proteine.  Un’alimentazione simile è facile che nel tempo trasformi un semplice sovrappeso in diabete.

Se hai il sentore che qualcosa non va e ti senti confuso, fidati del tuo istinto e contatta il veterinario. Riconoscere in tempo un malfunzionamento del sistema immunitario del tuo cane, può prevenire sofferenze e infiammazioni gravi del tratto intestinale.

Elenchiamo di seguito alcuni elementi in assoluto più dannosi:

  • Cereali: grano, farro, avena, quinoa, miglio, mais, grano saraceno
  • Legumi: soia, piselli, lenticchie, fagioli, ceci, fave
  • Antibiotici: vengono utilizzati per mantenere in vita gli animali degli allevamenti intensivi, ma restano nella carne portando al tuo cane tutti i loro effetti collaterali
  • Ormoni: vengono utilizzati per accelerare la crescita degli animali in modo da macellarli prima, ma restano nella carne e alterano il normale funzionamento degli ormoni del tuo cane
  • Conservanti chimici (alcuni dei quali sono addirittura cancerogeni)
  • Stimolanti dell’appetito: servono per rendere appetibili ingredienti di scarsa qualità che l’animale non mangerebbe di suo

Comments are closed.