Il 26 agosto è la Giornata Internazionale del Cane!

vacanze animali
Vacanze con gli animali: i consigli dei nostri dottori!
Agosto 5, 2020
pulizia gabbia
Pulizia della gabbietta: quando è necessaria?
Settembre 3, 2020

Il 26 agosto è la Giornata Internazionale del Cane!

Questa giornata è stata istituita per celebrare l’amicizia tra uomo e cane e l’effetto benefico che gli amici a quattro zampe hanno sulla nostra salute.

Oggi è un giorno di festa per tutti gli amanti degli animali. Da 16 anni a questa parte, il 26 agosto si celebra la giornata internazionale del cane. Si tratta di una ricorrenza istituita 16 anni fa negli USA su iniziativa dell’attivista per i diritti degli animali Colleen Paige. La giornata serve a celebrare tutte le razze – sia miste che pure – e l’apporto positivo che gli amici a quattro zampe hanno sulla nostra salute. Molti studi scientifici hanno confermato che l’amicizia tra uomo e cane è fonte di benessere psicologico e fisico. Ad esempio, alcuni ricercatori hanno scoperto che gli esseri umani ed i loro amici a quattro zampe instaurano una relazione d’attaccamento, proprio come la mamma col suo bambino. Uno studio condotto da Swg per Ca’ Zampa, gruppo di centri per il benessere degli animali domestici, ha inoltre rivelato che il 37% di coloro che possiedono un cane lo considera al pari di un figlio.

La Giornata Internazionale del Cane!

Le ricerche hanno anche dimostrato che i cani possono facilmente adattarsi alla vita in famiglia grazie alla sensibilità, ai metodi comunicativi e al comportamento emotivo umano. In modo simile agli esseri umani, i cani tendono inoltre ad esprimere le loro emozioni attraverso delle vocalizzazioni, sembrano reagire alle sfumature emotive del pianto e del parlato di noi uomini. I cani, inoltre, eccellono nell’imparare attraverso l’osservazione, e ciò gli permette di seguire le regole della vita domestica.

La Giornata Internazionale del Cane è stata istituita anche per sensibilizzare le persone sul tema dell’adozione. Ogni anno, sono migliaia i cani che vengono abbandonati nei canili o (peggio ancora) in strada. Il fenomeno diventa ancora più rilevante e drammatico proprio nei mesi estivi quando – con la “scusa” (inammissibile e inaccettabile) delle vacanze estive – tanti proprietari abbandonano i propri cuccioli senza preoccuparsi del loro destino. Se, quindi, state pensando di accogliere in casa un amico a quattro zampe, vi consigliamo di contattare un canile, un’associazione animalista o andare a far visita a una delle strutture che si occupano dei randagi: troverete tanto amore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *