Come curare le infezioni delle vie urinarie del gatto

8 cose che probabilmente fai ma che al tuo cane non piacciono
Giugno 24, 2019
Autunno in arrivo? Proteggi il tuo cane o gatto da questi parassiti
Settembre 17, 2019

Come curare le infezioni delle vie urinarie del gatto

Il gatto sembra sempre quell’animale forte, indipendente e che con le sue “sette” vite, indistruttibile. Come ogni super eroe, questo peloso ha un punto debole. Il gatto infatti può essere spesso vittima di infezioni che colpiscono il tratto urinario indicate con la sigla, FLUTD, ovvero malattie delle basse vie urinarie del gatto. Questo perchè a differenza dei cani, i gatti bevono poca acqua e dunque la loro urina è più concentrata.

Ma quali sono le cause a scatenanti di queste infezioni e come si riconoscono?

Il gatto elimina l’acqua e prodotti di scarto attraverso le urine, quindi attraverso i due reni, che hanno il compito di filtrare e purificare il sangue. Quindi l’acqua da espellere passa attraverso i reni, detti anche ureteri e giunge alla vescica, che raccoglie l’urina. Quando il liquido viene espulso la vescica si contrae e si svuota, e l’acqua dall’uretra esce fuori dal corpo.

Le tre infezioni che interessano le vie urinarie sono: urolitiasi o calcoli urinari, nefrite o inflazione dei reni e cistite o infiammazione della vescica. I sintomi tendono ad assomigliarsi per questo mai fare cure fai da te ma rivolgersi ad un veterinario, che potrà comprendere di quale infezione si tratta attraverso una diagnosi precisa.

Le cause più comuni a scaturire queste infezioni sono i batteri che attaccano l’apparato urinario, ed anche quando vengono sconfitti, non si è certi di evitare una ricaduta. Con il tempo potrebbero svilupparsi dei cristalli nella vescica, ovvero sabbia e calcoli che la irritano e ne compromettono la normale funzionalità. E’ una patologia dolorosa e spesso letale per i gatti maschi.

Ad essere facilmente vulnerabile a queste patologie è un gatto che subisce forte stress quindi un trasloco, l’arrivo di un nuovo membro in famiglia o un viaggio. Sapete bene che i gatti sono territoriali e non amano i cambiamenti, i quali potrebbero sconvolgere il loro sistema immunitario che sarà più sensibile ad eventuali infezioni. Se per ovvi motivi il vostro gatto è sottoposto ad un cambiamento improvviso, fate attenzione ai suoi comportamenti e cercate di lasciarlo quanto più tranquillo possibile.

Un altro fattore scatenante è l’età avanzata del micio, un gatto anziano infatti ha più possibilità di sviluppare infezioni al tratto urinario in quanto il normale funzionamento di fegato e vescica cambia.

Se invece il gatto è giovane ma notiamo tracce di sangue nelle urine, è probabile che il problema sia riconducibile ai calcoli, che irritano le pareti della vescica.

Prevenzione

Per aiutare il vostro amico peloso è importante che beva di più magari posizionando più ciotole con bordi bassi che lo stimolerà a bere, oppure mettendo una piccola fontanella.

Come in ogni patologia, anche l’alimentazione gioca un ruolo importante, la sua dieta deve essere equilibrata e bilanciata, con un cibo secco. Magari potreste inserire nel suo cibo delle pastiglie di ribes  e vitamina C.

In ogni caso per qualsiasi dubbio rivolgersi al veterinario è l’unica soluzione per assicurare le giuste cure al vostro amico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *