Quante volte porti fuori il cane?

Halloween e gli animali: divertirsi ma con attenzione
ottobre 29, 2018

Quante volte porti fuori il cane?

Se vi state chiedendo ogni quanto sia necessario portare il vostro cane fuori a spasso o  quanto tempo può resistere senza fare i suoi bisogni.

Innanzitutto ogni cane, di razza o meno, ha necessità diverse e si prende in considerazione principalmente l’età.

In questo articolo affronteremo l’argomento così da soddisfare ogni vostra curiosità.

Quando portare fuori un cucciolo di cane

È giusto che prima di tutto, ci si domandi se si ha tempo a sufficienza da dedicare all’animale.

Fatto questo esame di coscienza, una volta che il piccolo peloso sarà in vostro possesso e fatto le prime vaccinazioni obbligatorie, ecco che il cane cucciolo avrà bisogno di tempo per apprendere. È importante che lui esca spesso così da potergli insegnare a fare i bisogni fuori e farlo familiarizzare con altri animali così da abituarsi a quella che sa rà la sua routine.

All’inizio capiterà sicuramente che farà pipì a casa, per abituarlo pian piano bisogna cercare di calcolare quanto tempo riesce a trattenersi per portarlo fuori nel momento esatto in cui ne ha bisogno. Crescendo, imparerà a controllare lo stimolo.

Quando portare fuori un cane adulto

Il cane ha imparato a fare i bisogni fuori, e ora tocca a voi prestare la giusta attenzione e osservare le sue abituini, per poterlo portare fuori quando necessario. Inutile sgridarlo se dovsse fare pipì in casa, il cane non assoscierà il rimprovero a quel comportamento. Potete però sgridarlo quando viene colto sul fatto, ma senza esagerare.

Abbiamo detto che ogni cane hja un ritmo di passeggioata e necessità di eserciio diverse, ma è da tenere bene a mente che qualsiasi cane, per stare bene, deve passeggiare fra 45 e 90 minuti al giorno divisi in due, tre o quattro passeggiate al giorno.

Quando portare fuori un cane anziano

Un cane anziano può diventare più sensibile e con maggiori esigenze rispetto ad un cane più giovane, ciò non toglie che deve comunque fare esercizio, anche se non può più correre come prima è  giusto che trascorri momenti attivi e divertenti fuori casa.

Ci sono però delle preacuzioni in più da prendere, ovvero fare attenzione ai colpi di calore o il gioco troppo brusco con altri cani.

Consigli generale per portare a spasso il proprio cane

La passeggiata del cane deve essere un momento unico per lui, dedicato a migliorare la qualità della sua vita,

Ecco alcuni consigli per rispettare questo suo spazio:

  • Mentre passeggia lasciate che sia lui a decidere dove andare, lasciandogli un pò di libertà e voglia di curiosare
  • Lasciate che annusi intorno, questo lo rilassa e lo orienta. Se è vaccinato, non corre alcun pericolo.
  • Lasciate che interagisca con altri cani se l’atteggiamento è tranquillo, ma non forzare a farlo.
  • Portalo al parco e se potete lasciate per pochi minuti il guinzaglio.
  • Meglio che la passeggiata più lunga sia quella di mattina.
  • Se vivete vicino a una zona di campagna o boscosa, fategli praticare il searching, un’attività che gli potenzia e stimola il suo olfatto. Il searching consiste nello spargere crocchette per terra, soprattutto in zone dove ci sono pietre e piante in modo che le cerchi e le trovi.

In ogni caso l’ideale per il vostro cane, è poter uscire fuori ogni 6/8 ore, quindi prima di prendere con voi questo meraviglioso amico, meglio essere consapevoli delle responsabilità che avete nei suoi confronti e soprattutto essere certi che in vostra assenza, ci sia sempre qualcun altro che può occuparsi di lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *