Inappetenza canina: cause e rimedi per combatterla

Come proteggere i nostri amici a quattro zampe da zecche, leishmaniosi e filariosi.
aprile 27, 2018
Grooming: cos’è e perchè è importante?
maggio 24, 2018

Inappetenza canina: cause e rimedi per combatterla

Una cosa che proprio non è possibile è che il vostro cane rifiuti le crocchette tanto amate! Se poi non mangia neanche regolamente il suo cibo, allora sta attraversando una fase di inappetenza, un comportamento che potrebbe indicare qualche problema o un malessere.

Sappiamo che il nostro amico ha sempre fame ed è goloso, mangiare poco non è da lui, quindi è importante fare attenzione e monitorare ogni cambiamento e rifiuto di cibo.
Solitamente questa forma di inappetenza, se prolungata, viene identificata come anoressia canina, diversa da quella umana, spesso legata ad altre patologie, o infezioni. Le motivazioni sono tante e tutte diverse in base alla situazione, vediamo di conoscerne i dettagli.

Come anticipato, tra le cause più frequenti dell’inappetenza canina possiamo individuare i cambi radicali di abitudine, come ad esempio un trasloco improvviso oppure l’introduzione di un nuovo membro in famiglia. Ma ciò che incide negativamente sull’umore del nostro amico può anche essere un momento di solitudine che magari vede il padrone fuori casa troppo spesso. Il cane potrebbe sentirsi trascurato e quindi abbandonato.

A gravare la situazione possono essere anche piccoli traumi ed esperienze emotivamente provanti come un intervento o una vaccinazione.

Che sia una situazione temporanea oppure no, è importante non sottovalutare il comportamentento e valutare la presenza di problemi fisici, malattie e patologie gravi.
È fondamentale recarsi dal proprio medico veterinario, per correggere attraverso cure e terapie questo stato.

Inoltre è da prendere in considerazione che la causa dell’inappetenza possa essere una dieta sbagliata, come alternare cibo di produzione a pasti di casa o crocchette fuori pasto. Naturalmente questo farà innescare nell’animale il desiderio di voler scegliere cosa mangiare e cosa no.

Cosa fare se vi trovare in questa situazione?

Se dal veterinario viene scartata la causa ti tipo patologico e l’ipotesi data dalla problematica temporanea, l’inappetenza deve essere sconfitta con una dieta alimentare regolare. Ad esempio dovreste fornire la ciotola sempre alla stessa ora, per due volte al giorno, eliminando snack e fuoripasto. Garantendo così lo stesso tipo di cibo, ciò non toglie che su consiglio del veterinario potrete fare qualche piccola variazione, il vostro amico tornerà man mano verso un’alimentazione costante.

E consiglio spassionato, fate sentire fido sempre amato e coccolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *